giovedì 19 settembre 2013

lo SPLATTER della ACME

Vediamo,io sono nato nel 1988 (sputtanarsi così l'età...) vale a dire un anno molto fico per il cinema horror.
Era uscito Essi Vivono,Nightmare 4,Halloween 4,il remake di Blob,Venerdi 13 parte 7...l'unico problema è che io ero praticamente una massa urlante che faceva pipì e pupù a ripetizione e non potevo capire che tipo 5-6 anni dopo mi sarei incastrato con quel genere fino ad oggi.
Il problema numero 2,sicuramente è che Splatter uscì troppo presto.
Cioè,NO,io sono uscito troppo tardi,visto che tanto il periodo buono per il genere era quello.
Cos'è Splatter?
Bhè,semplicemente una rivista che nel 1989,esordì di brutto in edicola,non dico in mezzo a topolino e l'uomo ragno,ma nemmeno spero in mezzo alle riviste hard e a quei fumettacci zozzi di pierino.
Splatter era una rivista  giornaletto molto molto semplice,in quanto per tre mila lire ti dava dalle 2 alle 5 storie brevi,sceneggiate e disegnate da quelle che saranno le future leve del fumetto italiano. 
SI,parlo essenzialmente per Bruno Brindisi,che è uno dei miei disegnatori preferiti per Dylan Dog.
Oltre alle storia,nella retro della prima pagina,e nell'ultima,vi erano anche le nuove uscite al cinema o in videocassetta,delle ultime pellicole di genere.
Niente di speciale? Non proprio.
C'era una sezione,"Black & Decker" dove dei ragazzi supplicavano di sapere come si fà a farsi in casa il guanto di freddy...e loro rispondevano con uno schemino dettagliato con tanto di misurazioni!
O ancora,come crearsi la maschera di leatherface...cose di questo genere!
                                                                                                    (Riproposizione de"il serpente e l'arcobaleno")


 Poi nei numeri a seguire ti spiegavano come si realizzavano gli effetti speciali.
I trucchi de L'esorcista di William Friedkin,come si usava il lattice,come si realizza il calco,come hanno fatto a far vomitare Linda Blair il purè di piselli...
A seguire vi erano altre rubriche un pò più strane, tipo la cronaca nera,dove c'erano ritagli di giornale con tutte le notizie "horror",ma che succedono nel mondo reale.
Ecco,l'unica cosa che avrei tolto,probabilmente...anche se forse faceva parte del coraggio editoriale di quella volta,chissà.
Poi c'era la posta,i disegni dei fan,un dossier. 
Insomma,una rivista veramente figa.
Poteva durare secondo voi?
NO.

Il moige (MOvimentoItalianoGEnitori) fece un macello.
Non potevano accettare che i loro figli potessero leggere quello schifo.


Riproposizione di Pinhead da "Hellraiser"



Si,perchè,una cosa che non vi ho detto,le storie di splatter,non proponevano solo sangue e frattaglie,no.
C'era proprio una sezione che si chiamava "Fiabe Scannate" e riproponeva le classiche fiabe Disney,ma completamente stravolte in chiave horror splatter!
Qualche esempio? A Cenerentola vengono trapiantati i piedi alla sorella cozza,così può indossare le scarpette e vivere con il principe per sempre (povero lui). 
Geppetto si ubriaca di brutto e compie adirittura un omicidio,nel creare il maledetto burattino di Pinocchio.
O ancora Biancaneve,che finisce con un piccone in testa da uno dei nani che la scambia per un alce...e finisce mangiata dal principe azzurro.
Cose di questo genere.
Senza contare che in qualche storia i protagonisti erano proprio i bambini. 
I bambini che accoppano i genitori per i motivi più strani.



                                         Rivisitazione di "Aliens"

Tipo la coppia di bambini obesi che recitano nel cinema,vengono presi in giro a scuola,la madre li ingozza per quella stupida serie e quando questa finisce nel calo degli ascolti vengono licenziati,causando l'odio della mamma,che li rinnega,dandogli degli obesi schifosi (mentre se la fà col compagno)
Ebbè,questi alla fine non la prendono tanto bene e dopo aver rapito mamma la rimpinzano di cibo fino a farla ingrassare al punto che...non vi dico che succede.
Oppure quella della ragazza che vuole uscire a comprare la droga,e la madre pur di non farla andar via è disposta a tutto,anche a scambiarsi ceffoni e...a finir ammazzata...
Oppure il bambino appassionato di fumetti che avvelena il tacchino,accoppando tutti i famigliari,lasciando la mamma leggerissimamente 
incazzata....
                                            Riproposizione di "Halloween"

Riproposizione di "BLOB" 1988





Insomma le storie a volte erano un pò così.
Ma c'erano anche quelle bizzarre (le mie preferite)
Come il medico che schifa il mondo,in quanto è bello solo lui,e dato che arriva ad odiare pure il cibo,
decide di assaggiarsi lui stesso...arrivando al punto
di piacersi così tanto che finirà col mangiarsi da solo!
Poi c'è quella del tizio che uccide un passante in un "incidente" solo perchè doveva trovare un donatore per salvare la sua ragazza.
Quella dei feti mutanti che come piccoli piranha divoravano le bagnanti femmine,in quanto incazzati di non essere mai nati.
Il vecchietto reduce dalla guerra che non riesce a dormire per i bulletti-motociclisti-metallari che fanno casino sottocasa,e allora arriva ai rimedi estremi.
Insomma,preso in un certo modo sapeva anche divertire. 
Arrivando a me,io incontrai questa roba grazie ad un altro ragazzino deviato come me.
Me li presto TUTTI. ma proprio tutti,in blocco.
Erano tipo 23-25 numeri in totale.
Una volta letti,li ho restituiti,ovviamente,però un bel giorno ne ritrovai un paio,ad una bancarella. a 1€ l'uno.
Erano passati tipo 10 anni e per colpa di quei due numeri mi era tornata la voglia di rileggerli,perchè c'era qualcosa che mi piaceva troppo di quei giornaletti.
Alle fiere del fumetto trovai solo dei pazzi schizzati.
Uno li aveva tutti e me li vendeva in blocco a 100€ (CREDICI.)
Un altro me li sparava a 8€ L'UNO (poi se ne prendi un pò ti faccio lo sconto. CREDICI 2.)
Alla fine,a Falconara Comics. Trovai un santo che li aveva quasi tutti,e se ne separava a 2€ l'uno. MIEI.
Insomma mi manca il numero 0,il numero 1 (con Freddy in copertina) e uno degli ultimi. 
Poi li ho tutti.

   Riproposizione di "Creepshow"





E in tutti questi anni,ho finalmente capito cosa mi attirava tanto da questo giornaletto.
Non le storie,che erano così-così... Non i dossier,o le news...
LE COPERTINE.
Le fottute - maledette - bellissime copertine,tutte disegnate da Marco Soldi,che mi ha disegnato almeno 2 numeri di Dylan Dog con i controcosidetti. (che sarebbero "Oltre la morte" e "Moter Morbi")
Ammirate e stupite:



Si,devono essere senz'altro le copertine.

5 commenti:

  1. Grande io li ho ancora. Hai mai letto Mostri? Una serie sempre prodotta dalla ACME? E Bloob e gore scanners?

    RispondiElimina
  2. Grande io li ho ancora. Hai mai letto Mostri? Una serie sempre prodotta dalla ACME? E Bloob e gore scanners?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mostri assolutamente si, li ho quasi tutti. Mentre Bloob e Scanners ho solo 1-2 numeri... Però Splatter erano i miei preferiti, a livello di storie :-)

      Elimina
  3. Vabbè che se stiamo a guardare le fiabe ORIGINALI non edulcorate ce ne per far impallidire il più truce degli horror..
    Cenerentola: per provarsi la scarpetta, le sorellastre si fanno amputare pezzi di piedi dalla matrigna; alla fine (quando la verità viene a galla) le sorellastre finiranno con gli occhi cavati da uno stormo di corvi e la matrigna decapitata per ordine di una vendicativa Cenerentola.
    Biancaneve: la matrigna/strega prima di arrivare alla mela avvelenata tenta ben 2 volte di accoppare la principessina, in olre... mangia il cuore ed i polmoni cotti del capretto portatigli dal cacciatore (convinta fossero quelli di Biancaneve) per assimilarne la bellezza della fanciulla, fa decapitare il cacciatore una volta scoperto l'inganno e nel finale morirà costretta a calzare scarpe di ferro aroventate.
    Cappuccetto rosso: Nella PRIMISSIMA versione non c'è nessun cacciatore e nessun lieto fine... Nonna e nipotina vengono divorate senza pietà dalla bestia, e non solo! Poco prima di rivelarsi, il lupo fa assaggiare a cappucccetto un pasticcio di carne e sangue ottenuto con il corpo della nonna, e solo poco prima di divorarla le rivela ciò che ha ingerito con grande appetito.
    I tre porcellini: solo il terzo maialino se la cava, i primi due vengono mangiati e il lupo finisce bollito vivo in una pentola piena d'acqua (o olio in certe versioni).
    Naturalmente non ho citato le più famose come Barbablù, le mille e una notte o lo stesso Pinocchio che non è affatto esente da momenti dark e parti truici... Insomma, le favole, il terreno più verde e fertile per chi ha fantasie horrorifice, sanguinose e talvolta anche erotiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, se al cinema oltre che rifare le solite versioni viste e straviste, facessero anche queste...no, credo che le vedremmo in pochi (non che ci abbiano già provato...)

      Elimina