mercoledì 25 settembre 2013

Giuda Ballerino! La TOP 30 su Dylan Dog

 Come si fà a non amare Dylan Dog.
No,davvero,specie se ci si vanta in giro di essere grande appassionato di horror a 360° e fumetti.
Come si fà a non lasciarsi coinvolgere dalle storie dell'indagatore dell'incubo?
Ma andiamo per ordine,chi è Dylan Dog? Giusto per quei 4-5 di voi che non lo conoscono:
Dylan è un ragazzo,perennemente sui 33 anni,che vive a Londra,precisamente a Craven Road n°7 (omaggio al regista Wes Craven). Una volta era un "bobby" (i tipici poliziotti inglesi) ma dopo una brutta avventura (vedere dyd121:"finchè morti non ci separi") se ne và dalla polizia,e si sfonda di alcool.
L'ispettore Bloch,che come scopriremo in un certo numero (il 200) aveva già i suoi problemi,decide di accantonarli e di aiutare Dylan ad uscire da quella brutta storia. Diventeranno amici inseparabili.
Così,arriva a fare l'investigatore privato,ma di casi un pò più "particolari",inventandosi un mestiere tutto suo; l'indagatore dell'incubo.
All'inizio quasi per scherzo,ma poi,come vediamo ad ogni numero,sono innumerevoli le imprese che affronterà: Zombie,Demoni,Diavoli,Lupi Mannari,Mutazioni varie,Incubi viventi...
Quindi Dylan Dog è solo questo? Un "acchiappamostri"?
Ma anche no. La sua tariffa era di 50 sterline al giorno,più le spese. Anche se da un certo numero arriva ad essere 100 sterline più le spese (sapete,l'inflazione...),e per quella cifra,il buon Dylan metterà la sua stessa vita,pur di liberarvi dal vostro incubo. Oltre ai mostri di fantasia sopracitati,ci sono quelli più pericolosi. Noi.
Buona parte degli albi,i mostri sono persone,serial killer,folli,sbandati,drogati,gente depressa,gente annoiata,gente di tutti i giorni.
Nella tariffa sono anche comprese le freddure di Groucho,un attore comico fallito imitatore di Groucho Marx,che convive con Dylan nel suo appartamento,e vi tempesterà di battute a volte tristissime,altre esilaranti,il tutto mentre vi prepara il thè.
Se siete ragazzi,troverete un amico. Se siete ragazze,sono cazzi vostri. Perchè Dylan s'innamora di quasi tutte le sue clienti,e al 99% se le porta anche a letto.
Che tipo è Dylan? Bhè,è un mito. Magro,ironico,a volte cacasotto,a volte coraggiosissimo,cinico,razionale.
Vagamente simile a Rupert Everett,amante dell'horror e del macabro. Cultura cinematografica a livello expert,ma anche libri e musica. Io colleziono action figures,lui invece riproduzioni in scala 1:1 ( !),e cambia spesso i poster in casa sua,ma quello di Rocky Horror Picture show,è sempre lì.
Suona (male) il clarinetto (solo una canzone,il trillo del diavolo),e scrive ogni sera il suo diario,dopo aver tentato di finire quel maledetto modellino di un galeone.
Guida un maggiolone bianco vecchio come il cucco,ha una pistola revolver da 6 colpi a tamburo antiquatissima, frequenta compagnie all'altezza (la medium centenaria Madame Trevloski,l'eccentrico lord Wells)

Nell'armadio ha vestiti tutti uguali.Veste con jeans blu,camicie rosse e una giacca nera. Ha un animo buono,gentile,da vero boyscout come non ne esistono più. Ama gli animali,ma odia la campagna,i cellullari,il computer,le discoteche. Non crede negli alieni,ma ci spera. Le sue serate tipo sono pizza e cinema (e sesso). (insomma,come le mie...quasi).
Cover by MIKE MIGNOLA ( Hellboy)
Nato dalla mente di Tiziano Sclavi al momento giusto,in quanto il primo numero datato Ottobre 1986, usci nel momento di maggior successo per il cinema horror. E per l'editore Sergio Bonelli (passato a miglior vita,che dio l'abbia in gloria) era il momento perfetto per un eroe "di quel tipo",se Tex è per il western,Nathan Never per la fantscienza,Dylan Dog deve stare all'horror.
Il mio incontro con questo personaggio avviene quando facevo la prima elementare,che-non-ricordo chi mi prestò qualche numero,e successivamente,in quanto le maestre ci spronavano a leggere,io rimbambii la mamma nel comprarmi ogni tipo di giornaletto,solo che topolino lo scansavo,preferendo Batman,ma fu sempre grazie a lei che acquistai un estate il n°2 (Jack Lo Squartatore) nella collezione book.
Poi è sempre stata una cosa a sbalzi.
Momenti in cui lo compravo ogni mese,e (lunghi) periodi in cui non mi attirava più.
La salvezza ogni tanto,nei mercatini,quando letteralmente ci sono pile di numeri che la gente rivende,e io ricompro tipo a 60-80 centesimi l'uno,tornando a casa con un sorriso come il Grinch. 
E insomma,la morale,a oggi sono arrivati oltre 320 numeri,e io ne avrò tipo 250,parlando della serie regolare,perchè come ogni fumetto record di vendite,devono uscire anche collane extra,come il "Gigante",il "Maxi","l'Almanacco della paura",lo "Speciale",la "granderistampa",il "superbook",il "Color Fest" e chi più ne ha più ne metta.
Però ora basta,è stata una premessa fin troppo lunga,adesso veniamo al motivo del post;
Questa è la mia Top 30 delle migliori storie su Dylan
Una scelta difficilissima sul quale probabilmente ci ripenserò parecchio,ma intanto,chissenefrega,andiamo a suonare:
Attore disoccupato tra 3-2-1...
30) "Doktor Terror" - n°83 (1993) Sceneg: Tiziano Sclavi / Disegni: Coppola



Messaggio fin troppo semplice: Non dimentichiamoci degli orrori commessi nella seconda guerra mondiale.
Nella storia Dylan protegge una giovane ebrea,che ha strani sogni riguardanti questo chirurgo pazzo che usava gli ebrei come cavie,nella WWII.
I sogni si verificano anche di giorno,e di notte,sembra pedinata da giovani figli di puttana neonazisti che la minacciano con coltelli a bastardate varie.
Inoltre il crimine più grande è che il vecchio chirurgo,è vivo tutt'oggi,in tutta la sua cattiveria,anche se agli occhi di tutti sembra un normale vecchietto.



29) "La casa infestata" - n°30 (1989) Sceneg. Sclavi / Disegni: Castellini



Dylan è chiamato ad indagare su una casa infestata,la quale i due abitanti,madre e figlio,credono che il dolce paparino,la infesti perchè ancora molto incazzato.
Praticamente mettete in un frullato: Shock di Bava, Poltergeist 1 e 2 e sopratutto Shining di Kubrick,ed otterrete quest'albo.
Il padre Jack,è disegnato come Nicholson,il figlio come Danny,e c'è pure l'indiano di Poltergeist 2.
Molto ingegnoso come si è "suicidato" il padre nel racconto-flashback.
Non uno degli albi migliori,ma una delle citazioni più belle.



28) "Dopo mezzanotte" - n°26 (1988) Sceneg. Sclavi / Disegni: Casertano





Una delle notti più fuori di testa in assoluto per Dylan.
Inizia tutto con una serata con la ragazza del momento,poi torna a casa,non ha le chiavi,Groucho non risponde,torna indietro,prende un taxi,perde i soldi,una volta lì,al posto della ragazza gli apre un uomo,
si fà un giro,ribecca la ragazza,finiscono in discoteca,per sbaglio tira di cocaina,scappa dal controllore,da un poliziotto che sembra un serial killer,e da un killer che sembra un ragazzo. Completamente folle.



27)"La rivolta delle macchine" n°106 (1996) Sceneg. Chiaverotti / Disegni: Tacconi




E' arrivata l'estate,periodo che Dylan odia di brutto,in quanto si chiude dentro casa per evitare il caldo. E mai e poi MAI si butterà in spiaggia in mezzo a tutti quei corpi oliati e sudati e gli schiamazzi dei bambini.
No,nemmeno per la ragazza di turno. (anzi gli offre un "Nightmare 7")
Al coltempo,però si verificano un sacco di incidenti d'auto.
Automobilisti sbadati,il caldo o altro?
Altro.
SPOILER : il messaggio è l'abbandono degli animali.



26)"Marty" -n°266 (2006) Sceneg. Sclavi / Disegni: Casertano




Marty è un signore che stà abbastanza male.
Ha rifletutto su tutta la gente che gli ha fatto del male,e và dall'indagatore per aver pensato di fare a loro del male.
Dylan trova in lui un amico,e starà con lui fino alla fine dei suoi pochi giorni.
Il messaggio qui è la solitudine,quello che succede quando uno diventa vecchio e solo,se non hai amici,non hai contatti,ma solo una lenta malattia che ti logora giorno per giorno.
E' allora che ci vuole un amico.


25) "Fuori tempo massimo" - Color Fest n°1 (2007) Sceneg.Recchioni / Disegni: Carnevale


il Color Fest è un esperimento che stà andando bene,iniziato nel 2007,vede 4 storie brevi a COLORI,nelle mani di sceneggiatori e disegnatori che non hanno mai trattato il personaggio. 
il numero 1 (Copertina spaccaculi di Gabriele Dell'Otto) vede una storiella simpatica che m'è rimasta in mente,con un killer uscito dagli anni 80. Alla fine Dylan lo coinvince sostanzialmente a parole dicendogli che gli anni 80 sono finiti,e con loro lo splatter di Freddy,Jason e Leatherface



24)"I Vampiri" - n°62 (1991) Sceneg. Sclavi / Disegni: Ambrosini



L'albo si apre con un intro IDENTICO all'incipit di Zombie di Romero (1978),non il tg,ma l'assalto della swat,con tanto di poliziotto che fà il verso al sergente anticipandogli le frasi,e demolitore veterano grassone coi baffetti che non vede l'ora di sparare a tutti.
Successivamente si evolve con una copia di Essi Vivono di John Carpenter,solo che al posto degli occhiali da sole per vedere gli alieni,qui Dylan finisce con una droga che fà vedere i vampiri.
Tra parentesi,il tenente della squadra,si chiama davvero "J. Carpenter".
Fantastico.


23)"Morte a domicilio" n°152 (1999) Sceneg. Ruju / Disegni: Casertano



Immigrati che lavorano in fabbrica a costo zero per produrre aspirapolveri.
Fabbrica che esplode in un incidente,creando un aspirapolvere maledetto.
Classico promoter-venditore di aspirapolveri porta-a porta,sfigato,sui 40-single-con la mamma appresso,finisce col toccare il nuovo modello,e si mette a massacrare i clienti,ripulendo tutto pure,che manco la coppia Pozzetto/Villaggio su "Le Comiche" arrivava a tale livello di standing ovation.
No,davvero,un promoter assassino? 
Idea geniale,da non aprire mai più la porta a questa gente.



22)"Gli uccisori" n°5 (1987) Sceneg. Sclavi / Disegni: Dell'uomo






Gente che sclerizza in città,durante un estate infuocata.
Gente comune. il macellaio,la cliente al negozio d'alimentari,la nonna...
Cosa accumuna i delitti?
Bisogna che Dylan elabora in fretta gli indizi,che nelle ultime pagine scoppia il finimondo!



21)"L'inquilino del 3° Piano" - Gigante n°2 (1994) Sceneg. Sclavi /Disegni: Casertano





Già il titolo della storia dovrebbe far scattare un campanello d'allarme per l'appassionato.
Ma appena lette le prime pagine,i dubbi sono fondati:sembra una rilettura del classico film di Roman Polanski.
Solo che la continua,e quando il Sig.Kaminski "esce di scena",arriva Dylan a prenderne il posto,condividendo tutte le paure,le ansie dell'inquilino precedente.
Se siete fan di ambedue,fà al caso vostro. 



20)"Golconda" n°41 (1990) Sceneg. Sclavi / Disegni: Picatto.





Già la copertina dovrebbe essere sufficiente a capire la quantità di follia che si respirerà tra le pagine,ciononostante per chi si avventurerà nella storia scoprirà che il resto è anche peggio.
Tizi in bombetta invadono Londra,uno alle poste fà una strage,un altro fà esplodere un tizio con un ombrello,un altro ancora uccide una bambina per una gomma da masticare....ma è solo l'inizio,un occhio gigante con dei tentacoli massacra una coppia e se ne và in giro per Londra su un tandem,una ragazza (Amber Cat) che gestisce un pub (L'inferno) s'incazza perchè non gli arriva la band giusta (i demoni) e quello che è più sconcertante,è che quando Dylan si avventura in India e scopre che la colpa è di un demone che gestisce i suoi "compiti" con un computer,quest'ultimo afferma pure che si dovrebbe trasferire in italia,in quanto lì i telefoni,si che funzionano!
Pura ironia di Sclavi.



Buoni i tocchi splatter.

19) "Killer" - n°12 (1987) Sceneg.Sclavi / Disegni: Montanari & Grassani



Fantastico mash-up tra la storia del Golem (creatura d'argilla che esegue i desideri,di origine ebraica) e il filmone capolavoro della fantascienza di James Cameron,Terminator.
Praticamente uno Schwarzenegger apparentemente indistruttibile (l'esercito di Londra lo crivella di colpi più volte) stà eliminando tutti coloro che con il cognome fanno "Hund".
Un rabbino arriva a Craven Road e tra una competizione e l'altra con Groucho su chi sà più proverbi iddish,avverte Dylan del pericolo in quanto è tutto già scritto.
Alla fine si scopre che Hund vuol dire Cane,cioè Dog.
Il bestione doveva uccidere solo Dylan,e quando glielo fà notare sarà tutto un inseguimento frenetico.
Bruttino il finale,Sarah Connor era schiattata 10 volte se tentava una cosa del genere



18)"Horror Cult Movie" - Gigante n°11 (2002) Sceneg. Ruju / Disegni: Di Vincenzo
Se fosse un film,sarebbe il principe dei pop-corn movie usciti dagli anni 80.Dylan è giù di morale,non ha una ragazza ultimamente,e pertanto si consola con una delle sue passioni preferite: il cinema horror,sparandosi in tivù "Bloody Evil",un classico del genere (inventato purtroppo).Nel film,c'è Dillon,un energumeno,che se la deve vedere con cittadine piene di zombi,e abomini vari. Un pò come i Resident Evil di Paul Anderson,ma con un atmosfera anni 80 e decisamente più rozzi con meno patata (= Milla).Il regista di questi film,dopo che gli viene negato di girare l'ottavo capitolo,si suicida con una motosega.Dylan và ancor più in depressione,ma fortunatamente al cinema danno una retrospettiva dell'intera saga. Lui ci và,e conosce dei giovani ragazzini appassionati di genere.Come se non bastasse,un produttore farà dono a tutti di alcuni biglietti speciali per partecipare ad una proiezione esclusiva per poche persone ad un film postumo del regista.
Dylan parteciperà con molto divertimento,anche perchè in sala c'è la star femminile del film,solo che accade un imprevisto: finiscono DENTRO AL FILM.
Sul finale si smerda di brutto,ma per una storia di 256 pagine credetemi,và più che bene.


17)"Macchie Solari" n°192 (2002) Sceneg. Ruju / Disegni: Brindisi



Un altra storia ambientata in estate con la gente che sembra sclerizzare per il caldo,quando non è così.
E' la terza in questa classifica,e,SI mi piacciono questo genere di storie,a quanto pare.
Sarà che ogni omicidio è talmente folle,che lascia rimanere a bocca aperta,come il poveretto che impazzisce alle poste nel fare la fila e tira fuori una motosega per "smaltire" la coda.
Per poi finire ammazzato a sua volta da una vecchietta,nello stesso modo.
Insomma alla base c'è sempre l'ironia.
Ancora una volta la spiegazione è sopranaturale, e, decisamente da incubo il momento dell'ospedale,dove i chirurghi in realtà ammazzano i pazienti nei modi più dolorosi possibili.




16)"il Male" n°51 (1990) Sceneg. Sclavi / Disegni: Brindisi



Come il precedente,un altro racconto su gente a caso che sclerizza e uccide altra gente a caso (EBBASTA! - direte voi).
Ma un momento.
Stavolta è una cosa completamente diversa,in quanto è semplicemente un ennesimo plagio omaggio del film "L'alieno" di Jack Sholder,dove un parassita alieno s'infilava in un corpo umano e lo constringeva a fare stragi a caso per divertimento. Nel film l'agente cooper un poliziotto riuscirà a fermarlo (ma occhio che era un alieno anche lui).
Nel fumetto invece SYLVESTER STALLONE và in giro cercando di fermare quello che sembra un Virus,che purtroppo ha inventato lui. (esatto,come dice lui "faccio bobybuilding,ma rimango un biochimico).
Grandi i disegni,e notevolissime le scene splatter.
E indimenticabile Dylan che s'incazza come una faina con la ragazza (posseduta) che bacia un delinquente a caso davanti a lui.


15)"Il numero 200" n°200 (2003) Sceneg. Barbato /Disegni: Brindisi (+"Finchè morte non vi separi" n°121)
Grandissima storia-perno della vita di Dylan Dog,insieme al numero 100 (che è la Fine in generale) e il 121 (che metterei allo stesso gradino insieme a questo)
Se nel 121 vediamo il suo passato e il suo amore irlandese,qui vediamo la sua amicizia con l'ispettore Bloch, alle prese con un figlio incasinato con la droga.
E di come alla fine per salvare Dylan non riesce a salvare lui.
Sarà questo il motivo per cui Dylan smetterà di bere,si sceglierà un nuovo stile di vita,e comprerà vestiti tutti uguali.
A tratti toccante,e vi ripeto,sul 121 "Finchè morte non vi separi" il tema è l'amore impossibile,qui invece l'amicizia e le promesse da mantenere.




14)"Terrore dall'infinito" n°61 (1991) Sceneg. Sclavi / Disegni: Brindisi




Uno dei primi numeri che lessi da bambino.
Mettiamo subito le mani avanti e diciamo che se vi piace X-Files, questo è il numero con il quale dovete incominciare.
Un tizio sostiene che gli alieni vengono a trovarlo spesso,specie quando và nella sua vecchia casa d'infanzia in campagna.
Si rivolge a Dylan che non crede molto negli alieni,e infatti l'uomo sembra pazzo,con racconti incredibili.
Ovviamente,però,gli alieni sono una realtà e seguono  il loro contatto fin da bambino,tra amici immaginari (oppure no) e traumi mai superati.
Una storia ben scritta e ben disegnata.
Ne faranno una trilogia (la cosidetta "Trilogia Extraterreste" raccolta anche sui volume serie oro di Repubblica)



13)"Goblin" n°45 (1990) Sceneg. Chiaverotti/ Disegni: Dell'Agnol






Stavolta abbiamo dei dottori che sembrano essere uccisi da una specie di esserino basso,vestito di verde.
Una di loro si rivolge a Dylan,ma quando si scopre la verità c'è solo da sputargli addosso.
SPOILER: il tema trattato sono gli esperimenti sugli animali,in particolare la vivisezione e i test sulle scimmie.
Il killer è una scimmia,che ha perso la famiglia,in quegli esperimenti,e diventata un pelo più intelligente,cerca vendetta verso i bastardi dottori.
Un pò Phenomena di Dario Argento,un pò Monkey Shines di George Romero.
Comunque una bella storia.




12)"I conigli rosa uccidono" n°24 (1988) Sceneg.Mignacco / Disegni: Picatto


In città,si verificano omicidi,particolarmente strani,un passante muore per un incudine che gli schiaccia la testa,un altro schiacciato da un rullo compressore,una ragazza fatta esplodere con la dinamite.
Come se qualcuno confondesse la realtà con i cartoni animati.
E in effetti,il killer sembra essere cartone animato,Pink Rabbit,un pò The Mask,un pò Roger Rabbit. (con tanto di Jessica Rabbit)
Oppure il suo creatore? Alla fine si insinua che (piccolo spoiler) il colpevole potrebbe essere stato Dylan stesso,in quanto sotto gli effetti di una strana droga. Ma tutto sembra crollare nel seguito,"il paese delle ombre colorate",dove effettivamente Dylan finisce nel mondo di Pink Rabbit. (si è un plagio da Chi ha incastrato Roger Rabbit,abbiamo capito.)


11)"Cagliostro" n°18 (1988) Sceneg. Sclavi / Disegni:Picatto
Uno dei numeri più schizzati di sempre.
Dylan viene ufficialmente sfidato a venire a New York,solo che arriva prima Groucho,che ha preso l'aereo,mentre lui,che si caga sotto e di volare non se ne parla,ha deciso di vomitare anche l'anima prendendo la nave (si,soffre anche il mal di mare).Una volta a New York,si troverà in un SACCO di avventure colme di citazioni,tra cui:
-Nella nave,si omaggia chiaramente La Cosa.
-Arrivato a terra H.P.Lovecraft gli dà un auto a noleggio,prima di farsi mangiare da uno dei suoi mostri-pesce
-Gli dà un passaggio Marion Crane,poco prima di fermarsi al Bates Motel (Psycho)
-Per strada evita John Rider (The Hitcher)
-E per poco non chiedeva aiuto ad un boscaiolo,che però era Faccia di cuoio che inseguiva una ragazza....e tante altre,c'è pure la strega di Biancaneve e Charles Bronson!
Alla fine si scopre che è stato vittima di una stregoneria,in quanto Kim,una strega ha fatto un "richiamo d'amore",solo che quando invece di quel figo,arriva Groucho si caga sotto.Insomma una bella storia divertente (e molto citazionista).


10) "Horror Paradise" n°48 (1990) Sceneg. Medda,Serra,Vigna / Disegni: Castellini

E qui si comincia con la top10,quindi largo alle cose serie;se con Cagliostro,c'erano una casino di citazioni,qui c'è proprio una storia SUL genere,costruita sui Flashback.
Dylan si sveglia in un'astronave con un ALIEN a bordo (con gli occhi,però,per evitare il copyright,credo),buttandosi fuori dal portellone,invece che nello spazio finisce su una giungla,dove RAMBO gli dà la caccia con un fucile-motosega,anche se sotto sotto è un VISITOR.
Dopo averlo sistemato,finalmente Dylan ricorda:tutto è iniziato con la sua ultima ragazza,Jennifer un-ex attrice che gli ha raccontato di come è morto il suo produttore;ucciso da FREDDY KRUEGER (però con 2 guanti,sempre per il copyright),e dopo che Dylan indaga un pò in giro,scopre di questo regista pazzo,Alfred Hotchkiss,che a furia di girare film splatter è impazzito,uccidendo davvero la gente nei set,e creando,un gigantesco parco-film horror con animatronic ed effetti speciali che di spaventano a morte dandoti la caccia,alla fine tra citazioni varie dell'invasione degli ultracorpi,Hellraser e il mostro della laguna,tutto finisce bene.
Ce ne fossero di minchiate come questa ogni mese,sorriderei di più!


9)"Il cervello di Killex" n°80 (1993) Sceneg. Sclavi / Disegni: Casertano

Killex è un pazzo. E un genio.
E alla ricerca dell'anima,e a costo di scoprirlo,non si risparmia di compiere qualche sacrificio. Nel senso che rapisce volentieri belle donne per scoperchiargli il cranio senza anestesia.
Questo almeno finchè Dylan non lo ferma,piazzandogli 3 pallottole in corpo di cui una nel cuore.
Ciononostante,è ancora vivo,e quando dalla cella spella un poliziotto,finisce nuovamente sotto processo. Il suo avvocato- nonchè nuova ragazza di Dylan- Joy Freeman un mastino su due gambe cercherà di difenderlo,specie quando a Londra sembra che ci sia un suo imitatore.
Killex dovrà collaborare alle indagini,ma la verità è un pò più complessa;in quanto,come si intuisce dalla copertina si parla di mente e ipnosi.
Ovviamente la storia ha più punti in comune con il film,Il silenzio degli innocenti di Johnatan Demme,specie la figura di Killex,una persona colta ma allo stesso tempo pericolosissima.
C'è anche un sequel, "il ritorno di Killex" ma è veramente inferiore all'originale,in quanto infila nella storia anche il figlio di Joy,Christopher,un ragazzino che avrà più o meno le stesse sfighe della madre.



8)" Il Buio" n°34 (1989) Sceneg.Chiaverotti/Disegni: Dall'Agnol

Omaggio dichiarato alla figura dell'uomo nero,con tinte alla Freddy Krueger.
Kelly è una ragazza che fin da piccola avrà paura del buio,in quanto nell'oscurità,c'è lui,Mana Cerace.
Come il buon vecchio Freddy anche lui ha una filastrocca tutta sua con i bambini che saltano la corda (uno dei quali ha pure un maglione a righe).
Di bello ci sono gli omicidi,il modo come esce esce dall'ombra per sgozzare-strappare-slasherare tutti coloro che se lo meritano.
Uno degli avversari che più mi è rimasto impresso su Dylan Dog,specie per il confronto finale sul tetto sotto la pioggia,che fà molto Castle Freak.
Anche questo avrà un seguito "Lo spettro nel buio",carino,si ,ma non buono quanto l'originale,poichè vede di nuovo Mana Cerace alle prese con degli omicidi,ma a quanto pare a fin di bene,per impedire l'esplosione di una non ben identificata bomba atomica che si trova sotto Londra.



7)"Jekyll!" n°33 (1989) Sceneg. Sclavi / Disegni: Roi

il Professor Jekyll insegna all'università,ed ogni anno fà la penosa battuta che se i suoi studenti non si danno da fare con gli esami,si trasforma in Mr.Hyde.
Tutto cambia quando un ragazzo chiede di poter aprire una finestra;innescando una tragedia:
un corvo entrerà nell'aula e caverà gli occhi ad una giovane ragazza.(era fuggito dal set di Opera di Dario Argento, probabilmente.)
Il Prof. è rimasto sotto shock,e la ragazza,ha dovuto subire un sacco di interventi alla cornea per ritornare finalmente a vedere.
il resto sarebbe un delitto raccontarlo,vi basti sapere che una ragazza si reca da Dylan in quanto il prof è molto strano...si verificano strani delitti...ma A SCOPRIRE L'IDENTITA' DEL KILLER NON CI ARRIVERETE MAI.
I disegni di Corrado Roi,sono perfetti in questo caso,come lo erano nel numero 4 "il fantasma di Anna Never",ed è un peccato perchè è un grandissimo artista,ma qualche volta me lo usano in storie nel quale il suo stile ce lo vedo poco.



6)"Le notti di Luna Piena" n°3 (1986) Sceneg. Sclavi / Disegni: Montanari & Grassani

Dylan arriva da Londra in Germania,nella foresta nera. IN AUTO. CON GROUCHO.
Sembra che ci sia stato un pò di caos in effetti in una scuola privata femminile.
Arrivato in città Dylan conoscerà la direttrice stronza della scuola,sua sorella,e un paio delle sue allieve,tra cui Alexandra.
Proprio quest'ultima narrerà a Dylan della leggenda degli "uomini venuti dalla foresta".
Alla fine - SPOILER - si scoprirà che la direttrice è una strega,nel senso vero del termine,e anche sua sorella (che è ancora più stronza di lei), e che entrambi praticavano la licantropia al contrario;ovvero trasformavano i lupi in persone.
Insomma,fondamentalmente è Suspiria di Dario Argento mescolato con il mito della licantropia.
C'è anche un sequel,"L'ultimo Plenilunio" (n°72,uscito nel 1992,stessi autori/disegnatori) che invece,è praticamente un plagio da "un lupo mannaro americano a Londra" di John Landis, dove vediamo che il figlio di una lupa diventata donna,vive a Londra come riccastro stronzo,ma di notte macella barboni e tizi a caso nella metro. Dylan intanto stà con un animalista coinvinta,e il finale è un tantinello strappalacrime.

5) "Mater Morbi" n°280 (2009) Sceneg. Recchioni / Disegni: Carnevale
Dylan insomma è un gran dongiovanni,vi dicevo,tra le altre cose. E in tutti gli albi elencati finora si sarà ripassato almeno una trentina di ragazze.
Però c'è quella volta dove gli è andata male,dove nel bel mezzo di una "performance",si è sentito malissimo,gli ha preso un accidente.
Corsa all'ospedale,valanga di esami e fin qui tutto ok.
Quando si risveglia però,finisce nella versione allucinata dell'ospedale di Silent Hill.
E l'infermiera cicciona e sgraziata che non si cura di lui ogni volta che lo addormenta finisce per stare ancora peggio. Sognerà di Mater Morbi. La madre delle malattie.
Praticamente da una parte si descrive come funzionano gli ospedali in italia.
Mater Morbi. Ma brutta come na malattia!



Se per Dario Argento esisteva la madre delle lacrime,quella delle tenebre e quella dei sospiri,non vedo perchè non debba esistere una delle malattie.
E per Dylan sono acidissimi cavoli,in quanto cercherà di farselo in tutte le salse torturarlo a morte.
Ad aiutarlo però,un bambino. Chi è? Qual'è il suo segreto?
il finale è bellissimo,e sarei tentatissimo di raccontarlo,ma se siete tra coloro che hanno abbandonato Dylan Dog anni fà,andate a rimediare questo numero.

Io ricorderò sempre il momento dell'acquisto. Avevo la fiat panda verde merda,lavoravo al Marcopolo,e avevo un ora di pausa. Così mi son fatto un giro nel centro commerciale a fianco e ho preso stò numero 280- Mater Morbi GIUSTO PER FAR PASSARE IL TEMPO,in quanto non leggevo dylan dog da qualche anno.
Sono tornato a lavoro con tutta quella storia in mente,e la sera stessa,me la sono riletta. 
Non capitava una cosa del genere da ANNI.



4) "Oltre la morte" n°88 (1994) Sceneg.Sclavi / Disegni: Soldi
Seguito ideale di un albo che occupa il podio.
Dylan stà male per una sua amica. Pedina Bloch e scopre che fine ha fatto.
Ha l'AIDS.
Lei è Bree Daniels,forse uno dei possibili veri amori della sua vita. Però era una prostituta,e in un certo senso si sapeva che sarebbe finita così.
Dylan piange,si dispera,farebbe di tutto per lei.
Così arriva LA MORTE in persona,con cappa e falce,che gli offre un patto:per lei una vita vale l'altra,così se Dylan ucciderà qualcuno,risparmierà la vita di Bree.
Dylan accetta,ma ovviamente non ha il coraggio di togliere un vita.
A meno che non sia quella di Johnny Dark,un bastardo figlio di puttana,serial killer che Dylan ha ucciso tanto tempo fà,ma nonostante il modo grottesco di come l'ha fatto fuori (manco in un cartone animato: e il gancio,e la sega,e il tuffo in acqua) sembra sia tornato.
Oddio è sfigurato,senza un braccio,una gamba ecc..ma grazie a delle protesi è pronto per la sua vendetta. Non poteva scegliere momento migliore.
I due si MASSACRERANNO in una lotta finale così epica che ci vorrebbe una colonna sonora di John Williams in sottofondo....e il finale....non si dice.
Uno dei due albi disegnati da Marco Soldi (copertinista di Splatter)

3)"L'ALBA DEI MORTI VIVENTI" n°1 (1986) Sceng.Sclavi / Disegni: Stano
il LEGGENDARIO numero 1.
Quello da cui tutto è iniziato.
La prima avventura di Dylan ormai la dovrebbero insegnare a scuola,la dovrebbero conoscere anche i muri.
Comunque,si apre con Sybil,giovane ragazza che ha piantato un paio di forbici in faccia al marito.
Solo che sostiene che il marito fosse già morto,e ha cercato di aggredirla.
C'entrerà qualcosa quel morto sulla spalla?
Intanto un coroner trova qualcosa di strano sul cadavere,ma finisce molto male,e una strana figura insabbierà tutto.
La giovane si rivolgerà allora all'indagatore dell'incubo,che subito si metterà in moto, introducendosi pian piano a noi lettori,mostrandoci il suo stile di vita.
La visione al cinema di Zombi di Romero (e in seguito Un lupo mannaro americano a Londra,che "ha visto 14 volte") è un momento cult. Come l'attacco dei morti viventi nella cittadina di Undead,
Albo mitico,impreziosito dai disegni di Angelo Stano,oggi mostra un pò il segno del tempo,e la versione colorizzata non è la stessa cosa,ma ciononostante merita tutto il mio rispetto.
Da avere.
Ok capisco che nelle fiere l'originale (che poi non sarà manco tanto originale) lo vendono a 180€, ma a me basta,la storia,e ce l'ho nella collezione book,in un volumone (tutti gli incubi di dylan dog) e nella versione colorata uscita ultimamente con repubblica (a 1€ solo un pazzo non l'avrebbe presa)
Rileggetevela.


2) "MEMORIE DALL'INVISIBILE" n°18 (1988) Sceneg.Sclavi / Disegni: Casertano

CAPOLAVORO.
Ben scritto,intelligente,ben ritmato,una lettura veramente meritevole.
Si inizia con un incipit dove Dylan non c'entra nulla;un signor nessuno,è innamorato della prostituta che vive al piano di sotto,lei gli aveva sorriso e lui non se ne è mai dimenticato.
Una sera però un tizio vestito come un killer a random nei film Argentiani (impermeabile,cappello,guanti) la uccide.
E lui da quel momento DIVENTA INVISIBILE.
Prima piange,si dispera,poi però riflette sulla nullità che era,e capisce che gli farà comodo quel "dono" per trovare l'assassino.
Stacco.
C'è un killer (lo stesso di prima) che uccide le prostitute a Londra. L'ispettore Bloch ha finito le alternative.
Ma una prostituta...ops "libera professionista" come dice lei,Bree Daniels si presenta da Dylan Dog con un piano semplice: loro faranno da esca,e quando chiamano,lui e la polizia dovranno accorrere.
Da qui la storia entra nei canoni normali,ma per me anche solo quelle prime 18 pagine sono POESIA PURA.
Che succede dopo?
Facilissimo,Dylan si innamora di Bree.
Dylan il romantico,dicevano.
Ma Bree è una prostituta e non potrebbe mai vivere con lui. 
Lo vedremo in una storia speciale "La Scelta",dove la morte mostra cosa sarebbe successo. Ma non ve lo dico.
Alla fine della storia comunque finisce tutto bene,dopo un paio di "colpi di scena".
il seguito,ve ne ho parlato,sarà "Oltre la morte".
e il numero 1 è....
1) "JOHNNY FREAK" n°81 (1993) Sceneg.Sclavi / Disegni:Venturi
io penso che al mondo non dovrebbe esistere una persona che non abbia mai letto questo fumetto.
Una storia sull'umanità,sulla purezza,sulle buone azioni,contrapposte allo schifo quotidiano che sono in grado di creare certe persone.
Una storia che per dirla alla Garth Ennis: "Bisogna essere buoni,perchè in giro ci sono fin troppi cattivi".
Dylan riceve una visita inaspettata alla sua porta:è Botolo,un cane randagio che è sempre il benvenuto da lui.
Bhè Botolo strappa letteralmente Dylan da casa (camicia compresa) e lo porta al parco dove gli mostra un cane ferito.
Scoprirà che li di sera,si riuniscono alcuni ragazzi di strada che passano il tempo PESTANDO I CANI CON UNA MAZZA DA BASEBALL. 
Dylan tenderà a loro un imboscata,facendogli trovare la polizia e ingabbiandoli tutti.
Bloch: "Incredibile,tra loro ho visto figli di deputati,senatori..."
Dylan:"Davvero? io ho visto solo figli di puttana!"
APPLAUSI.
Ma il peggio deve arrivare.
Da quelle parti,Dylan troverà un ragazzo. Che vive come un barbone.
Il poveretto è senza gambe. Portato all'ospedale si scopre che è senza gambe,senza un rene,senza un polmone....e la cosa veramente tragica,è che era nato in condizioni perfette,ed è stato tutto rimosso chirurgicamente.
Dylan non può vedere questa cosa,e porterà Johnny a vivere con se. E con lui rimedia anche l'infermiera.
Potete fermarvi a leggere che vado col finale -SPOILER -(tanto la top 30 è finita).
I genitori di Johnny,gli Arkham avevano un altro figlio,Dougal che purtroppo era nato con qualche difettuccio...e usavano Johnny come "fornitore di pezzi".
LO SCHIFO. Ma non lo schifo "di finzione",è lo schifo che esiste veramente nel nostro mondo.
Cioè,esistono persone così.
Ah,tra parentesi,Dougal è il capo della banda che pestava i cani.
La storia finisce con Johnny,che dopo esser scampato al fratello che ha cercato di ammazzarlo, (che gli ha preso un infarto mentre lottava con Dylan) nonostante tutto quello che gli ha fatto,prima di morire esprime come ultimo desiderio di donare il suo cuore a Dougal.
Ora potete piangere.
Della storia c'è un seguito,"il cuore di Johnny",con Dougal,che,finito come il fratello,vuole vendetta.
E c'è pure un "what if" sullo speciale "la scelta",dove ci mostra che merda d'uomo sarebbe diventato Dylan se non avesse rispettato la scelta di Johnny.

E questa era la mia top30.
Come al solito ci sono taaante altre storie che avrei voluto mettere ma queste sono le prime che mi sono saltate in testa...
Potevo mettere altre cose divertenti come: 
Ovvero Blob semicosciente al Bates Motel,
Con tanto di Norman Bates/Anthony Perkins
Praticamente Rats - Notti di terrore di Bruno Matei



Con il tizio in coma che gioca a scacchi
come sul film "il settimo sigillo" 
Dove Christopher Lambert ci porta in un
paradiso terrestre dove crepare è facilissimo 

Dove un ragazzo è pedinato da un compagno
che ha giurato di fargliela pagare
Altra storia strappalacrime con una Ex di Dylan
che vuole percorrere l'ultimo tratto con lui

Ovvero Videodrome in chiave DYD
Però poteva spingerci di più col gore
Su Cagliostro non ce l'ha fatta,qui finalmente Dylan conosce
 Kim la strega...mentre affrontano un ammazzastreghe



Carina solo la prima parte,con stà vacca ragazzache
 copia il mestiere/stile di Dylan...a due passi da casa sua,poi!
Ovvero Misery non deve morire,
più un film di De Palma


Un racconto folle. i "ComuNazi",le scimmie evolute del
pianeta delle scimmie,e pure Patrick Bateman 
Un pò troppo dispersivo,ma qualche scena
è divertente,dai.


Un pò Saw,un pò the Cube
Ovvero L'isola del Dott.Moreau,con
uomini-bestie che s'incazzano come faine.
Il film di Cameron non c'entra niente,
è più sul mito degli Innauts
 
Da leggere col fiato sospeso.
Anche dopo che l'hai letto avrai tanti dubbi.




Sarà che l'ho letto in macchina,bloccato
nell'autostrada sotto il sole in estate,ma oh...
La fine. Quando durerà Dylan non si sà,
Ma il 100 è l'ultimo numero.

3 commenti:

  1. Il buio e Il male per anni non ho potuto rileggerli, visto alle medie mi avevano privata del sonno. Quanto a Oltre la morte e Johnny Freak piango ancora adesso a ripensarci.... capolavori!!!

    RispondiElimina
  2. Se ti è piaciuto il Buio (che prendeva mooolto da Freddy Krueger),hai provato anche "Quando la città dorme"?
    Tratta di una ragazzina morta in un incendio che tormenta/uccide i colpevoli nei loro incubi!
    Poi se ti è piaciuto "Il male",cercati il film "L'alieno",sicuramente ti farai due risate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando la città dorme mi manca, appena trovo una di quelle bancarelle che vendono i DYD vedo se ce l'hanno. Quanto a L'alieno vabbé, è un cult :P

      Elimina